Santa Severina - La nave di pietra Sito storico-culturale di Santa Severina
© 2015 Santa Severina
E'    sempre    presente    agli    incontri che   la   C.E.I.      organizza   a   Roma per      la      valorizzazione      e      la conservazione   dei   Beni   Ecclesia- stici.     Iniziano     le     campagne     di catalogazione      informatizzate   dei Beni   Mobili,   dei   Beni   Archivistici   e dei     Beni     Librari     presenti     nella nostra Diocesi. Si        adopera        per        ottenere          finanziamenti   per   la   realizzazione di   nuove   chiese   nella   Diocesi,   per dotare    le    stesse    di    sistemi    di allarme.   Promuove   una      serie   di iniziative   per   la   valorizzazione   dei Beni   Culturali   della   Diocesi,   con   la partecipazione   a   mostre   nazionali e  internazionali.
Ultimo    importante    lavoro    è    stato l'adesione     al     progetto     MU.DI.C (Musei   Diocesani   Calabresi),   che ha    dato    al    Museo        Diocesano nuovi     spazi     espositivi     e     una sistemazione         definitiva         per Archivio e Biblioteca.  Per    volontà    dei    famigliari,    il    suo Studio    personale,    i    suoi    libri,    le "sue   carte"   sono   state   donate   al Museo   Diocesano    che,      nonostan- te   la   malattia   degli   ultimi   anni,   non ha mai trascurato.  Don   Misiti   è   ritornato   al   Padre      il   2 dicembre 2010. Anastasia e Pino Barone
santaseverina.eu
L'opera   di   Don   Misiti,   però,   non   è rivolta   solamente   al   Museo.   Egli inizia          a          lavorare          con determinazione       per       rendere         fruibile   anche   l'Archivio   Storico   e la       Biblioteca       Storica,       che versavano    in    pessimo    stato    di conservazione    ed    erano    ospitati      in     locali     fatiscenti     e     privi     di qualsiasi   sistema   di   sicurezza   e di conservazione.
Una delle ultime foto. Genova 2009
Donazione della famiglia Barone al Museo Diocesano. Foto: Prof. Pino Barone